La classe del primo periodo serale è risultata vincitrice del premio per la creazione del logo del centro antiviolenza.

La spiegazione del lavoro eseguito nelle parole della Prof.ssa Paola Giovanninetti:

Con la creazione di questo logo abbiamo voluto rappresentare l’immagine di un fiore che, per la sua delicatezza rappresenta il femminile. La margherita in particolare, ricorda i giochi delle bambine (m’ama non m’ama) e la sua raffigurazione con un unico tratto continuo sta a significare il collegamento tra l’infanzia e l’età adulta. Il logo si rappresenta attraverso un’immagine stilizzata, sobria ed accogliente (i petali lasciati appositamente aperti, come abbracci pronti a proteggere) così com’è il mondo femminile, “aperto” e fiducioso verso gli altri e verso la vita. L’innocenza del fiore non deve essere interpretata come fonte di debolezza, il tratto deciso e lineare lo rende pretenzioso, così come un fiore, la donna non vuole e non deve essere calpestata.

Documenti