Contributo volontario, deducibilità

Precisazioni sul versamento del contributo volontario e sua deducibilità

Cos'è

In ragione dei principi di obbligatorietà e di gratuità, non è consentito richiedere alle famiglie contributi obbligatori di qualsiasi genere o natura per l’espletamento delle attività curriculari e di quelle connesse all’assolvimento dell’obbligo scolastico (fotocopie, materiale didattico o altro), fatti salvi i rimborsi delle spese sostenute per conto delle famiglie medesime (quali ad es: assicurazione individuale degli studenti per RC e infortuni, libretto delle assenze, gite scolastiche, etc.). Eventuali contributi possono dunque essere richiesti solo ed esclusivamente quali contribuzioni volontarie con cui le famiglie, con spirito collaborativo e nella massima trasparenza, partecipano al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta formativa degli alunni, per raggiungere livelli qualitativi più elevati.
I contributi scolastici sono deliberati dai Consigli di Istituto e sono rendicontati annualmente dalla scuola in sede di Conto Consuntivo.

Il Consiglio di Istituto dell’IIS Bruno Munari  ha deliberato come contributo volontario per l’anno scolastico 2022-23 :

€ 100,00 Liceo Artistico Bruno Munari – Castelmassa
€ 100,00 Ipsia Enzo Bari – Badia Polesine
€ 130,00 Ipsaa Bellini , Indirizzo Agrario – Trecenta
€ 150,00 Ipsaa Bellini , Indirizzo Enogastronomia – Trecenta

RIDUZIONI:

50% se Isee è inferiore a € 9.000,00 o se la media dei voti dell’alunno è uguale o maggiore di 8;

20% se ci sono altri fratelli iscritti all’Istituto.

L’Agenzia delle Entrate ha dedicato un approfondimento proprio alle erogazioni liberali spiegando che “sono detraibili dall’imposta sul reddito, nella misura del 19%, le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa. La detrazione spetta a condizione che il versamento di tali erogazioni sia eseguito tramite banca o ufficio postale ovvero mediante carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari ovvero mediante altri sistemi di pagamento”. Pertanto, anche il contributo scolastico volontario, se finalizzato all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica, all’ampliamento dell’offerta formativa e se il versamento è effettuato tramite banca o ufficio postale o nelle altre modalità indicate dalla legge, è detraibile/deducibile.

Erogazioni-Liberali-le-agevolazioni-fiscali

Come si accede al servizio